Oltre cento persone alla fiaccolata contro il trasferimento a Ravenna di Cagnoni

Corteo in centro storico per chiedere «né privilegi, né disparità» e «per una giustizia uguale per tutti e tutte»

Fiaccolata Cagnoni BallestriOltre cento persone, in prevalenza donne, hanno partecipato in silenzio alla fiaccolata per chiedere «né privilegi, né disparità», come recitava lo striscione in testa al corteo, «per Giulia Ballestri» e «per una giustizia uguale per tutti e tutte».

Organizzata da Linea Rosa, Udi, Casa delle donne e Dalla parte dei minori, la manifestazione che si è svolta nella serata di mercoledì 12 dicembre in centro a Ravenna era stata indetta contro la decisione di trasferire Matteo Cagnoni nel carcere della città dove ha ucciso la moglie Giulia Ballestri e dove è stato condannato all’ergastolo. E nonostante la casa circondariale di Ravenna preveda solo la presenza di detenuti in attesa di giudizio o condannati a una pena non superiore ai 5 anni o con un residuo di pena inferiore ai 5 anni.

CONAD APRILE MRT2 01 – 30 04 19

Contro il trasferimento è stata lanciata anche una petizione on line che ha raccolto oltre seimila firme.

DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19