La Bunge cala il poker di successi di fila e raggiunge Piacenza al settimo posto

Volley Superlega / I ravennati infiammano il Pala De André con una grande prestazione: battuta con un secco 3-0 l’insidiosa Taiwan Excellence. Da applausi la prova dell’mvp Poglajen, top scorer del match con venti punti, di cui ben quattro ace (sui 13 in totale)

Ravenna-Latina 3-0
(25-17, 25-18, 28-26)
BUNGE RAVENNA: Orduna 2, Marechal 6, Diamantini 8, Buchegger 17, Poglajen 20, Vitelli 5, Goi (L); Raffaelli, Pistolesi, Gutierrez. Ne: Mazzone, Georgiev, Marchini (L). All.: Soli.
TAIWAN EXCELLENCE LATINA: Ishikawa 5, Rossi 2, Starovic 2, Savani 8, Le Goff 5, Sottile 2, Shoji (L); Gitto 2, Corteggiani 9, Maruotti 8, Huang. Ne: De Angelis, Kovac. All.: Di Pinto.
ARBITRI: Pozzato di Bolzano e Zanussi di Treviso.
NOTE – Ravenna: bs 10, bv 13, errori 8, muri 10; Latina: bs 11, bv 2, errori 9, muri 4. Durata set: 25’, 24’, 34’ (tot. 83’). Spettatori: 1721 (incasso 7530 euro). Mvp: Poglajen.

BUNGE RAVENNA TAIWAN EXCELLENCE LATINA

Lo schiacciatore argentino della Bunge Cristian Poglajen

Quarta vittoria di fila per la Bunge, che grazie a una bellissima prestazione al Pala De André supera in tre set la Taiwan Excellence e raggiunge Piacenza al settimo posto in classifica. I ravennati dominano i primi due parziali grazie soprattutto all’ottimo rendimento al servizio (ben 13 battute vincenti in totale), mentre nel terzo riescono a vanificare la reazione di Latina, con il tecnico Di Pinto che ha ridisegnato del tutto il sestetto, schierando Huang in regia e Savani opposto. Da applausi la prova di Poglajen, mvp e top scorer con 20 punti, tra cui quattro ace (l’ultimo dei quali ha chiuso la sfida), ben spalleggiato da Buchegger (17 punti) e Orduna. Prossimo appuntamento mercoledì, con la Bunge che nell’andata dei quarti di Challenge Cup affronterà al Pala De André i portoghesi del Benfica Lisbona (inizio ore 19).

Sestetti iniziali La formazione iniziale schierata dal tecnico Soli è composta dal palleggiatore Orduna in diagonale con Buchegger, Diamantini e Vitelli al centro, Marechal e Poglajen di banda, Goi in seconda linea. La Taiwan Excellence di Di Pinto risponde con il regista Sottile, l’opposto serbo Starovic, gli schiacciatori Savani e Ishikawa (il giapponese è stato preferito a Maruotti), i centrali Rossi e Le Goff e il libero statunitense Shoji.

BUNGE RAVENNA TAIWAN EXCELLENCE LATINA

17 punti per l’opposto austriaco Paul Buchegger

Primo set Latina scatta sullo 0-3, ma Diamantini a muro l’avvicina (2-3), Buchegger la raggiunge (4-4), ancora il centrale e Marechal al servizio la superano: 7-4. Poglajen firma i successivi cinque punti della Bunge, che si allontana di cinque lunghezze: 12-7. L’ace di Orduna incrementa il distacco (16-10), che assume proporzioni maggiori grazie a un muro di Poglajen e a un’altra battuta vincente di Diamantini: 20-12. La Taiwan Excellence fa un break di tre punti (20-15), ma Poglajen colpisce altre due volte dalla linea dei nove metri (24-16) e Vitelli chiude la frazione al secondo set ball: 25-17.

Secondo set Poglajen in battuta e Vitelli a muro scavano subito un primo piccolo solco (3-0), che Vitelli con un ace porta a +4: 5-1. Un parziale di 4-0 a firma di Buchegger e Vitelli (ancora a muro) lanciano la Bunge sull’11-4, con Di Pinto che chiama time out. Anche l’opposto austriaco segna il primo punto nella colonna dei servizi vincenti (13-5) e Diamantini a muro porta a +9 il vantaggio ravennate: 16-7. La squadra gestisce il largo vantaggio con Poglajen (20-13) e Buchegger (22-15) e al secondo set ball Maruotti spara fuori il servizio: 25-18.

BUNGE RAVENNA TAIWAN EXCELLENCE LATINA

Una esultanza dei giocatori della Bunge

Terzo set I laziali tentano un piccolo strappo (4-6), rintuzzato in modo immediato dai due ace di fila di Buchegger: 7-6 e time out Di Pinto. La schiacciata lunga di Maruotti causa il 9-7, Ishikawa acciuffa a quota 11 i padroni di casa, che però accelerano con tre punti di fila di Buchegger, seguito dal servizio vincente di Marechal e dall’errore di Corteggiani: 16-11. Latina reagisce con Savani a muro e con Le Goff dalla linea dei nove metri: 18-16 e Soli ferma il match. Al rientro in campo il centrale francese colpisce ancora (18-17) e gli ospiti raggiungono il pareggio sul 19-19. Si prosegue punto a punto, i ravennati annullano due set point e Poglajen, alla seconda palla del match, mette la parola fine alla partita con un altro ace: 28-26.

Le dichiarazioni del dopo-gara
Fabio Soli (allenatore Bunge Ravenna): «Anche se siamo un po’ in riserva di energie, come tutte le altre squadre del campionato, è impossibile non pescare le risorse fisiche e mentali in un momento così importante della stagione. Oggi abbiamo avuto un grandissimo aiuto dal servizio, vincendo bene i primi due set, mentre nel terzo siamo stati bravi a trovare le soluzioni necessarie per contrastare un avversario schierato in modo molto diverso e ad avere la giusta dose di pazienza nel giocare al meglio alcuni scambi molto lunghi».

Risultati (nona giornata di ritorno): Sir Safety Conad Perugia-Cucine Lube Civitanova 3-1, Gi Group Monza-Calzedonia Verona 1-3, Diatec Trentino-Wixo LPR Piacenza 3-0, Azimut Modena-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-2, Bunge Ravenna-Taiwan Excellence Latina 3-0, Biosì Indexa Sora-Revivre Milano 0-3, Kioene Padova-BCC Castellana Grotte 3-0.
Classifica: Perugia 60 punti; Civitanova 53; Modena 51; Verona e Trentino 42; Milano 37; Piacenza e Ravenna 35; Padova 33; Monza e Latina 22; Vibo Valentia 13; Castellana Grotte 10; Sora 7 (° una gara in più).

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21