L’OraSì cede a un passo dal traguardo: ko a Piacenza dopo due supplementari

Basket A2 / In terra emiliana i ravennati vengono piegati dalla Bakery al termine di una sfida combattuta ed emozionante, sempre sul filo dell’equilibrio

Piacenza-Ravenna 89-80 (dopo due supplementari)
(17-17, 32-35, 51-50, 69-69, 76-76)
BAKERY PIACENZA: Green 17, Castelli 19, Voskull 13, Pederzini 14, Crosariol 12, Pastore 3, Perego 11. All.: Di Carlo.
ORASI’ RAVENNA: Laganà 5, Smith 28, Cardillo 11, Masciadri 4, Hairston 17, Montano 12, Jurkatamm 3, Gandini. Ne: Seck, Baldassi, Tartamella. All.: Mazzon.
NOTE – Piacenza: tiri da due 24/46, da tre 9/23, rimbalzi 46; Ravenna: tiri da due 18/38, da tre 8/30, rimbalzi 41.

49522155 2076217102470908 7346800237098303488 O

Un’immagine del match perso dall’OraSì a Piacenza contro la Bakery (foto Pallacanestro Piacentina)

Cade sul traguardo l’OraSì, che a Piacenza cede dopo due supplementari a una Bakery che ha avuto un rendimento eccellente di squadra con cinque in doppia cifra, ma che alla fine è stata esaltata dal solito Marquis Green, che ha propiziato il 7-0 che all’inizio del secondo supplementare ha spaccato una partita equilibrata ed emozionante. Due i rimpianti principali dell’OraSì, ovvero non avere indotto il piccolo play di casa al quinto fallo per gli ultimi 20 minuti e avere sfruttato solo in parte i tiri dalla lunetta che hanno portato a disputare poi il secondo supplementare. Ravenna ha sbagliato ancora troppo al tiro da tre mentre a rimbalzo ha tenuto discretamente, comunque ha lottato per tutta la gara e appare pronta per disputare un girone di ritorno in crescita, con il viatico ideale di un successo da conquistare domenica prossima contro Ferrara al Pala De Andrè.

CONAD APRILE MRT2 01 – 30 04 19

Avvio a rilento, come spesso accade, per l’OraSì che incassa il 9-2 da uno scatenato Castelli, che segna 7 punti su 9 dei suoi. La triple di Montano e Smith riducono lo svantaggio (11-9) poi ancora Adam per il sorpasso, alla fine del quarto perfetta parità a quota 17. Nel secondo quarto Piacenza, dopo Castelli, sfodera Perego (3 su 3 da due), l’OraSì invece gioca di squadra con Hairston implacabile dalla lunetta e una difesa attenta, senza trascurare che due dei tre big di casa, Green e Crosariol, vanno all’intervallo lungo con tre falli a testa. Proprio Green e Crosariol, però, guidano la rimonta che apre il terzo quarto (41-37), ma le triple di Smith e Montano ribaltano (43-46). C’è lo stesso trattamento, però, da parte della Bakery: triple di Green e Voskull ed è 49-46, si chiude 51-50 sempre all’insegna dell’equilibrio massimo. Ultimo quarto: allungano Crosariol e Pastore (56-50), l’OraSì viene caricata di falli ma con due bombe di Montano torna a contatto, Ravenna va avanti ma sul tecnico a Cardillo pareggia la Bakery. Parità anche all’ultimo minuto, Smith perde palla e Voskull va in lunetta per il 69-67. Montano pareggia a 15”, Piacenza sbaglia: supplementare. Ravenna avanti, sorpassa Castelli, sul 65-64 due liberi per Laganà che fa 1 su 2, la Bakery non segna ed è ancora overtime. Sale però in cattedra Green con sette punti consecutivi, questa volta l’OraSì non ha più le forze per recuperare.

CONSAR – HOME BILLB MID1 08 – 21 04 19
DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19