Tutti sulla sabbia a giocare a beach e sitting volley in ricordo di Valmore De Pol

L’evento / A partire dalle 18 di venerdì 14 giugno fino alle 20 di sabato 15, il
bagno Kia Orana di Marina di Ravenna ospita una 24 Ore per ricordare l’allenatore e dirigente scomparso quattro mesi fa. Casadio: «Portiamo nel cuore l’esempio di un vero uomo di sport a tutto tondo»

RAVENNA 08/06/2019. PRESENTATO UNA 24ORE DI BEACH VOLLEY PER RICORDARE VALMORE DE POL

Gli amici e parenti di Valmore De Pol presenti alla conferenza stampa

A quattro mesi dalla morte prematura avvenuta a febbraio all’età di soli 65 anni, gli amici e gli atleti che hanno condiviso con lui tante battaglie sportive si ritrovano al bagno Kia Orana, sulla spiaggia che lui tanto amava, per ricordarlo. E’ tutta nel ricordo di Valmore De Pol una 24 Ore ininterrotta di beach e sitting volley, l’iniziativa, organizzata dei suoi amici, in collaborazione con Porto Robur Costa, Fipav, Pro Loco Marina di Ravenna, Bagno Kia Orana e Associazione Cuore e Territorio, che partirà nel pomeriggio di venerdì 14 giugno, ovvero il giorno in cui avrebbe compiuto 66 anni, con una cerimonia di commemorazione alle ore 18, e terminerà nella serata di
sabato 15, intorno alle 20.

“Pollo”, come affettuosamente era chiamato, «è stato un vero uomo di sport a tutto tondo. Dotato fisicamente e tecnicamente per qualsiasi disciplina – è il ricordo di Luca Casadio, presidente del Porto Robur Costa – è stato ottimo giocatore di pallavolo, buon calciatore, tennista e quant’altro per poi passare quando il tempo ormai la faceva da padrone, alla parte tecnico-dirigenziale pur continuando a non disdegnare la partitella in spiaggia con gli amici. Nella nostra pallavolo è stato uno dei pochi vincenti sia nella maschile sia nella femminile. Era stimato e ascoltato da tutti: giocatori, dirigenti, capi tecnici, amici di vita quotidiana. Da buon friulano era capace di metterti davanti alla realtà senza fronzoli, con la schiettezza della verità trasmessa con la sua sensibilità unica, che non ti poteva ferire perché traspariva l’affetto».

FAMILA HOME MRT 19 – 25 09 19

Venerdì 14 giugno per 24 ore si daranno appuntamento nel campo allestito al Kia Orana ex compagni dei Vigili del Fuoco, le ragazze della mitica Teodora, fino all’ultima Olimpia di due anni fa, gli amici del mare, i colleghi, i familiari per ricordarlo con un evento che non vuole essere solo un ricordo statico, ma un’occasione per proseguire la vita con il suo stile sobrio. Le sfide di beach volley saranno fra squadre 3×3: ogni partita avrà durata di 40 minuti e ciascuna squadra potrà giocare al massimo due gare. È possibile effettuare delle “sfide dichiarate”. Stesse regole per il Sitting Volley, al quale potrà partecipare chiunque voglia cimentarsi in questo sport. Gli incontri verranno suddivisi in quattro fasce gastronomiche: si partirà dall’aperitivo con piadina (ore 18-24) passando per bomboloni caldi (24-8) e brioche e cappuccino (8-12) per concludere con pizzette e gelato (12-20). Tra i giocatori in attività è annunciata la presenza di Stefano Mengozzi, Pietro Margutti, Riccardo Goi e Fabio Ricci; tra gli ex Stefano Pascucci, Aldo Bendandi, Nino Beccari, Massimo Calderoni e Mauro Gavotto; tra i beachers Giorgio Zauli, Cerquetti; tra le ragazze Babbi, Lancellotti, Assirelli e Panetoni.

Nello spirito del personaggio Valmore, in occasione della manifestazione l’associazione “Cuore e Territorio” metterà a disposizione un defibrillatore e un team di cardiologi, che in un apposito stand eseguiranno ad atleti, partecipanti e ai visitatori che vorranno sottoporsi, elettrocardiogrammi sul posto. «Una sana dose di attività fisica è indispensabile per mantenersi in salute – sottolinea il dottor Andrea Rubboli, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Cardiologia – Centro di Interventistica dell’Ospedale S. Maria delle Croci di Ravenna – e per mantenere in forma il nostro cuore. L’attività fisica, che non è l’equivalente dell’attività sportiva, anche se la maggior parte degli sport richiede impegno fisico, agisce a più livelli sul sistema cardiovascolare e sul metabolismo. Sono soprattutto gli effetti sul metabolismo quelli che contrastano i classici fattori di rischio cardiovascolare. Un’attività fisica regolare nel medio-lungo termine migliora, inoltre, la capacità di vasodilatazione e di utilizzo periferico dell’ossigeno, con un effetto complessivo di prevenzione dell’ipertensione. Relativamente alle caratteristiche che l’attività fisica deve avere perché abbia un impatto positivo sul cuore, non esiste una regola valida per tutti. Vanno infatti considerati l’età, il livello di allenamento, la presenza o meno di altre malattie. Qualunque attività fisica è generalmente benefica, ma uno screening preliminare, che è specialmente indicato in età adulta, va sempre effettuato al momento di intraprendere un’attività fisica, al fine di identificare eventuali condizioni a rischio, oltre che di individuare il tipo e l’intensità più appropriate».

Non è stato trascurato l’aspetto culinario: nel corso della 24 ore grazie ai gestori del bagno Kia Orana e ai volontari della Pro Loco di Marina di Ravenna i partecipanti alla 24 Ore potranno deliziarsi con piadina, cappelletti, bomboloni e specialità gastronomiche varie.

SUSHI KAITEN BILLB TOP 26 07 – 06 10 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19