In cucina a Natale: Pandolce genovese, delizia da donare e gustare per le feste

Pandolce GenoveseTempo di feste e di delizie da gustare sotto l’albero. Ecco il Pandolce genovese basso secondo la ricetta di Nicoletta Airenti, maestra di cucina Aici. Questo dolce tradizionale genovese, classico delle festività natalizie, si può conservare per più di due settimane: basta chiuderlo in carta cellofanata o scatola di latta.

Ingredienti per preparare due pagnotte di circa 450 grammi: 100 gr. di zucchero, 350 gr. di farina 00, 140 gr. di burro morbido, 60 gr. di uova + 1 uovo per pennellare la superficie, 10 gr. di lievito secco, un pizzico di sale, 50 gr. di Marsala secco, 1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancia, 3 gr. di semi di finocchio, 100 gr. di scorza d’arancia e di cedro canditi tagliati a piccoli cubetti,  280 gr. di uvetta ammollata in acqua tiepida e ben strizzata, 50 gr. di pinoli tostati, 30 gr. di latte, se necessario.
Preparazione: in una ciotola lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere l’uovo leggermente sbattuto e poi incorporare la farina setacciata con il lievito. Aggiungere il Marsala, l’acqua di fiori d’arancia, i semi di finocchio. Incorporare infine i canditi, i pinoli e l’uvetta. Se l’impasto risultasse troppo duro aggiungere un po’ di latte. Per amalgamare bene l’impasto trasferirlo sul tagliere leggermente infarinato. Lavorarlo per pochi minuti, fare un panetto, avvolgerlo in pellicola e metterlo in frigorifero per mezz’ora. Preparare una teglia ricoperta con carta da forno. Accendere il forno a 180 gradi. Trascorso il tempo prendere il panetto, dividerlo a metà e fare due pagnotte rotonde, pennellare la superficie con l’uovo sbattuto e inciderle con la punta di un coltello a croce. Mettere in forno per circa 30 minuti. Sfornare, appoggiare i dolci su una griglia da pasticceria e lasciare raffreddare.

RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 31 12 21
REGIONE ER GARANTI 2 BILLB 29 11 – 19 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21