La Sardegna più evocativa, in una chitarra “preparata”

Paolo Angeli – “S’ù” (2015)

La Sardegna, parlarne ad agosto può sembrare offensivo verso quel 99,9 percento di popolazione che non si può permettere i suoi paradisi esclusivi. Ma chi se ne frega, la Sardegna è un’altra cosa. È una terra evocativa, antica, potente. E infatti tutti i principali artisti sardi sottolineano il legame con l’isola, da Fresu ai Tenores di Bitti, fino ad arrivare al nostro Paolo Angeli. Le 13 tracce di “S’ù” sanno di entroterra, di coltelli di Santu Lussurgiu, ma soprattutto di mare (“Muri D’Acqua”, “Porto Flavia”, “Baragge”), un mare con il vento e le nuvole nere, visto dagli strapiombi, oppure navigato. Di che si tratta? Di chitarra. Per la precisione si chiama “chitarra sarda preparata”. È stata studiata, inventata e costruita da lui, e per quanto ne so ne esistono solo 2 esemplari, perché un certo Pat Metheny ha voluto che Paolo Angeli gliene facesse una apposta. È ispirata ad alcuni modelli tradizionali sardi, ma ha anche delle corde supplementari (18 in tutto), tipo liuto, si suona in posizione da violoncello, ha dei martelletti e delle eliche per ottenere effetti percussivi, e delle corde basse che Paolo controlla con pedali, come i fili di un burattinaio al contrario. Il tutto offre una gamma di espressività eccezionale in uno strumento solo, e infatti non serve altro, la chitarra è protagonista assoluta del disco, viene suonata in tutti i modi, acustica, effettata, percossa, con l’archetto, e ogni volta si crea un mondo unico, che tuttavia, per qualche strano cortocircuito di suggestioni, riporta sempre alla Sardegna, anche laddove fa capolino qualche scala orientale. Le frequentazioni con l’avanguardia si fondono mirabilmente con la conoscenza del folklore sardo e una tecnica favolosa, dando al tutto il sapore del viaggio, anche se dalla Sardegna si parte, e in Sardegna si ritorna. Pochissimi altri elementi emergono, con grazia, in alcuni episodi. La voce di Paolo in “Mi e La“, qualche onda radio in “Radio Libere”. La potenza evocativa non ha bisogno d’altro, per lasciarci senza fiato…

Blog a cura di: Bruno Dorella
ARKA ERGO STUDIO BILLB TOP E MID 24 01 – 29 02 2020
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20