Kubrick si rivolterà nella tomba, ma per i fan ecco un altro po’ di “Shining”

Shining Jeu Video

Jack Nicholson in una scena del film

Shining – Versione estesa (di Stanley Kubrick, 1980)
Recensione adatta a chi ha già visto il film: l’edizione americana del capolavoro horror di Kubrick è lunga 144 minuti contro i 119 di quella europea, quella che conosciamo tutti.

Dopo quasi 40 anni esce finalmente nei cinema italiani (ma il dvd americano è già in giro da almeno 15 anni) questa versione estesa per lanciare Doctor Sleep, il film tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King, sequel del suo Shining, che ricordiamo a tutti essere molto diverso dalla versione cinematografica. A proposito di Doctor Sleep, il regista è l’astro nascente del cinema horror Mike Flanagan che ha al suo attivo la serie Hill House e i riusciti Il gioco di Gerald (altro romanzo di King), Oculus e Ouija, mentre la parte di Danny Torrance adulto, il bambino protagonista del primo Shining, è affidata a Ewan McGregor: speriamo bene, dai.

Tornando a Kubrick, questa versione rappresenta l’esatto contrario di una Director’s Cut: il più grande regista di sempre era solito distribuire una versione “provvisoria” che poco dopo rivedeva apportando alcuni tagli per rendere perfetta la sua opera. Quindi la versione lunga, a cui manca comunque l’epilogo in cui il direttore d’albergo va a trovare Wendy e Danny in ospedale dicendo loro di non aver trovato il cadavere di Jack, fu la prima uscita del film che non soddisfò il suo autore che ha poi rimontato e tagliato il film fino allo Shining che conosciamo tutti, la vera Director’s Cut. Kubrick aveva ragione, perché la mezz’ora poi tolta pur non cambiando nulla nella storia, era di troppo perché ne smorzava un po’ la tensione.

Cosa è stato tolto, quindi, che rivedremo in questa uscita? Due scene intere, con Danny che viene visitato da una dottoressa perché aveva manifestato disagio alla notizia della partenza, e il cuoco Hallorann che va a noleggiare il gatto delle nevi per raggiungere l’Overlook in pieno inverno. Interessante inoltre il colloquio di lavoro iniziale di Jack che mostra che nell’ufficio del direttore Ullman c’è anche il suo braccio destro, interpretato dall’attore Barry Dennen, il Ponzio Pilato di Jesus Christ Superstar recentemente scomparso.

Se da un lato, come detto, si sceglie il film che conosciamo già, quello voluto da Kubrick che sicuramente si sta rivoltando nella tomba, con l’uscita di questa prima versione (il 21 e 22 nelle sale) tutti i fan hanno la grande possibilità di gustarsi questa chicca con quasi mezz’ora di inediti che fanno comunque parte del film originale. Un appuntamento antologico imperdibile per gli appassionati, ma se non l’avete mai visto, scegliete la versione già in giro…

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19