Marinara, il consorzio dei proprietari di case e negozi vuole la concessione a terra

Un centinaio di investitori nel porto turistico: chiedono la divisione dell’autorizzazione demaniale di Seaser

RAVENNA 05/05/2008. MARINARA.Le difficoltà vissute da Marinara sotto a i suoi occhi non gli hanno fatto cambiare idea sul progetto nato dieci anni fa: «È stata una felice intuizione del sindaco Mercatali e aveva senza dubbio una sua ragione d’essere, la nautica andava bene e nessuno poteva prevedere la crisi in arrivo». Andrea Farina è il presidente del consorzio che riunisce un centinaio di soggetti che hanno investito nel porto turistico, comprando appartamenti e posti barca o avviando attività commerciali.

«Siamo quelli che in questi anni di crisi non abbiamo mollato – dice il ceo di Itway –, mettendo a disposizione a titolo gratuito le personali competenze di ognuno per semplificare e smussare le problematiche apparse nel tempo, cercando di mediare fra tutte le parti. Lo facciamo nel nostro interesse perché abbiamo fatto un investimento che nel tempo ha perso valore e vorremmo che lo recuperasse ma se Marinara recupererà valore i benefici andranno oltre il porto».

CONAD RACCOLTA PLASTICA MRT2 20 – 29 02 20

Ma non c’è solo questo, in passato c’è stato anche un intervento in qualche maniera economico: «Di fronte alle difficoltà di Seaser ci siamo caricati sulle spalle le spese condominiali della concessionaria che ora sta pagando a rate. È stato importante». Condominio e consorzio sono due realtà distinte: tutti gli investitori sono condomini ma non tutti hanno aderito ancora al consorzio, il primo si occupa di utenze e gestione ordinaria tipiche di un condominio mentre il secondo svolge un ruolo più di coordinamento delle proprietà, di promozione e si pone come interlocutore credibile delle istituzioni: Autorità portuale e Comune.

IMG 1025I segnali che arrivano alle prime battute dell’estate sono incoraggianti: «I negozi si stanno riempiendo e gli appartamenti sono tutti affittati. Posso dirlo per certo perché ho amici che sarebbero voluti venire ma non hanno trovato posto. Marinara piace, ha uno stile che ricorda molto i grandi marina americani…». Il consorzio punta a un obiettivo preciso, quello con cui è sorto e cioè la divisione in due della concessione demaniale: «Quella a mare da lasciare a Seaser e quella a terra da cedere al consorzio. Sono due parti collegate ma con proprie esigenze e gestioni diverse metterebbero più al sicuro gli interessi di tutti».

TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
AGENZIA MARIS BILLB CP 25 02 – 31 03 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20