Corruzione, Cantone: «Agenti sotto copertura e cosiddetto Daspo non sono risolutivi»

Il presidente dell’Anac sul palco commenta due punti del disegno di legge Spazzacorrotti annunciato dal vicepremier Di Maio. E su ponte Moranti: «Se qualcuno smette di fare maglioni per occuparsi solo di strade bisogna farsi delle domande»

IMG 6473«Abbassare il limite della condanna che permette di applicare la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici per i corrotti e il divieto di rapporti con la pubblica amministrazione per i corruttori è una misura utile come il ricorso agli agenti sotto copertura che già esistono ma non consideriamole misure risolutive nel contrasto alla corruzione». Dal palco della festa dell’Unità di Ravenna arriva il commento di Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anti corruzione (Anac), su due dei punti principali del disegno di legge contro le tangenti annunciato dal vicepremier Luigi Di Maio e ribattezzato spazzacorrotti.

Cantone ieri sera, 4 settembre, ha sottolineato con convinzione che l’abbassamento del limite di pena perché sia possibile l’interdizione è da considerare una misura utile. Ma ha invitato la platea a prendere in considerazione la limitata applicabilità: «Viene chiamato Daspo ma è un’abile mossa comunicativa. Si chiama pena accessoria che già esiste ed è ben altra cosa dal Daspo dato dal questore al tifoso violento il giorno dopo la partita in cui è stato fermato. Qui parliamo di una interdizione che arriva quando la pena è passata in giudicato, magari dopo dieci anni dal fatto perché questi sono i tempi della giustizia. Ed essendo una interdizione personale nel caso dell’imprenditore è sufficiente cambiare l’amministratore delegato nella società e questa potrà continuare ad avere rapporti con l’ente pubblico».

FAMILA – HOME MRT2 12 – 18 12 19

IMG 6475Dal 2014 il magistrato napoletano è alla presidenza dell’Anac, istituita quell’anno «per fare una piccola rivoluzione nel contrasto alla corruzione e cioè affrontare la questione non solo con le manette ma considerando la pubblica amministrazione come un soggetto attivo per fare prevenzione». Cantone ricorda che la Francia che ora sta riformando le sue istituzioni in materia lo stia facendo ispirandosi al modello italiano: «Abbiamo una delle migliori leggi al mondo sulla trasparenza. In tre anni abbiamo recuperato quindici posizioni nella classifica della trasparenza».

IMG 6470In un dibattito dedicato ai temi della corruzione, con i deputati Walter Verini e David Ermini, non poteva mancare un accenno alla questione appalti e concessioni: «Abbiamo fatto un monitoraggio sulle concessioni dello Stato e abbiamo avuto come l’impressione che qualcuno si sia dimenticato che quelli sono beni pubblici perché li considera come beni privati. Fate un giro sul litorale di Ostia con i muretti e la spiaggia chiusa…». E sul dibattito a proposito delle autostrade, dopo il crollo del ponte Morandi a Genova, Cantone lancia una frecciata ai Benetton: «Se qualcuno smette di fare maglioni e si occupa solo di strade bisogna farsi delle domande».

PC SERVICE BILLB MID1 16 – 22 12 19
ASER LEAD MID2 02 – 31 12 2019
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19