Chi vince tra centro storico e Netflix?

Andrea AlberiziaIn occasione del Natale il Comune di Ravenna ha fatto uno sforzo e ha regalato 28 ore di sosta gratuita nei parcheggi in centro. Dalle 16.30 alle 18.30 dal 9 al 24 dicembre. Nel 2018, per dire, fu gratis dalle 16 dal 10 dicembre al 5 gennaio. A novembre l’assessore competente aveva detto no: «Non è più il tempo di iniziative indiscriminate che non hanno una misurazione certa dell’efficacia». Poi c’è stato il dietrofront. L’opposizione ha accolto la retromarcia con un entusiasmo pirotecnico dopo che diversi esponenti ne avevano fatto una animata battaglia. Dalla determinazione impiegata dall’opposizione a sostegno della causa, può essere legittimo convincersi che nella visione del centrodestra il vero problema del centro di Ravenna – parafrasando la battuta del film Johnny Stecchino – sono i parcheggi.

Ammesso che sia così, possono essere quelle due ore gratuite a richiamare le folle e risollevare gli affari dei commercianti a fine anno? Quel pugno di euro risparmiato quanto incide su chi va a fare shopping? E se invece scoprissimo che il salotto buono non ha (più) motivi per attrarre gente anche se le strisce blu fossero sempre gratis? Restando sul periodo natalizio, giusto per capirci, cosa avrebbe dovuto essere la molla sufficiente a battere la concorrenza dei centri commerciali e del duo divano-Netflix per fare le note due vasche?

La proposta commerciale e di intrattenimento di piazza del Popolo (piena più di banche che di altro…) e delle vie attorno vale una passeggiata? Non tanto per il turista, che quello ci va a prescindere, ma per gli abitanti di casa e del forese che quel centro bene o male più di una volta l’avranno visto. Cosa dovrebbe spingerli a tornarci? Il videomapping? Quando era la novità c’era gente in fila in occasione del Patrono, ma ora può ancora essere un’attrazione? Che altro?

Nei piani della scorsa giunta comunale c’era l’intenzione di spingere con più forza sulla promozione del centro. Va bene la pandemia, ma non pare che si siano visti colpacci clamorosi.
Sarebbe però stato anche suggestivo se l’opposizione, oltre a battersi per lasciare l’auto gratis, ci avesse raccontato cosa avrebbe dato ora se a settembre 2021 avesse battuto il centrosinistra. Come sarebbe stato il centro per Natale con una Ravenna di centrodestra con un sindaco che fa l’albergatore in centro?

A un certo punto bisognerà poi chiedersi qual è l’idea di centro che si immagina. Un presepe in cui si muovono turisti ma vuoto di persone locali? Oppure un luogo vissuto pure dai residenti? Se si vuole quest’ultima versione, spostare gli uffici pubblici fuori dalle mura non contribuisce. Perché se lavori in viale Berlinguer poi è difficile che tu vada in centro quando stacchi il turno. Se invece la tua scrivania sta a due passi da via Cavour, magari un’occhiata alle vetrine vai a buttarla. Ma poi chi lavora in centro dove parcheggia? Ci risiamo: il problema è la sosta…

Ravvena&Dintorni: l'editoriale
DARSENALE BILLB BRUNCH 01 01 – 12 02 23
ARTIGIANO DELLA PIZZA BILLB 03 – 12 02 23
TOP RENT BILLBOARD 25 01 – 28 02 23
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 01 01 – 31 12 23