La gestione della piscina comunale affidata a una società controllata da Arco Lavori

Il consorzio che ha presentato il progetto per il nuovo impianto detiene il 51 percento della Pool 4.0 che ha vinto il bando pubblico per mezzo punto in più rispetto al gestore uscente Nuova Sportiva, il cui direttore commerciale detiene l’altro 49 percento dei vincitori. Il consigliere comunale Panizza (Misto): «Il 31 agosto scade il contratto e non si sa quando riaprirà la vasca»

PiscinaIl nuovo gestore della piscina comunale di Ravenna, aggiudicatario di un contratto per un anno con rinnovo per un secondo, è la società Pool 4.0 controllata al 51 percento da Arco Lavori e per il restante 49 percento da Davide Gilli. Arco è il consorzio che ha presentato il progetto per la realizzazione del nuovo impianto mentre Gilli era il presidente e legale rappresentante della società Sportiva che si aggiudicò l’appalto per la gestione della piscina comunale nel 2004, poi passato alla società Nuova Sportiva di cui Gilli è stato direttore commerciale (Nuova Sportiva è arrivata seconda in graduatoria dietro a Pool 4.0 per 0,5 punti). A rendere noto le informazioni sulla struttura di via Falconieri è Emanuele Panizza, consigliere comunale del gruppo misto che da mesi porta avanti una battaglia per la migliore funzionalità della “Gambi”.

Panizza lamenta una circostanza particolare: il prossimo 31 agosto scadrà la proroga di otto mesi concessa a Nuova Sportiva dopo la scadenza naturale del 31 dicembre scorso «ma ad oggi l’utenza della piscina comunale, alcuni dipendenti e tutti coloro che lavorano in attività correlate all’impianto non conoscono ancora la data di riapertura dell’impianto dopo la probabile chiusura per il cambio di gestione e gli usuali lavori di manutenzione ordinaria annuali».

FAMILA HOME MRT 19 – 25 09 19

Il consigliere all’opposizione, fuoriuscito dal gruppo Cambierà, fa sapere di aver ricevuto dagli uffici comunalei una copia del capitolato di gestione che regola l’attività dell’impianto: «È stata inserita la chiusura annuale per i lavori di manutenzione ordinaria ed il previsto ricambio dell’acqua e relativa pulizia delle vasche. È stato indicato un periodo di due-tre settimane quando è stato ampiamente dimostrato che 10-11 giorni sono sufficienti per ottemperare a tutti gli interventi normalmente previsti. L’anno scorso solo la rottura di un tubo due giorni prima dell’apertura comportarono poi la chiusura dell’impianto a due settimane e mezzo». Panizza segnala la mancanza delle date «del periodo estivo e le relative incombenze quali l’apertura e chiusura del tetto nonché la predisposizione all’utilizzo della vasca esterna per i bambini».

RAVEGAN HOME BILLB 16-30 09 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19