L’alternativa Ue al Gps Usa si chiama Galileo, un lughese cura i suoi satelliti

Il racconto di Riccardo Ravaglia impegnato a Monaco a controllare la “buona salute” dei 26 dispositivi in orbita attorno alla terra

Galileo Gps Europeo Il navigatore che vi guida per la strada si affida a dei satelliti, nella maggior parte dei casi quelli della rete Gps controllata dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America. L’Europa sta implementando il suo sistema di posizionamento autonomo che si chiama Galileo: quando uno dei 26 satelliti attualmente in orbita ha una anomalia lampeggia un alert su uno schermo a Monaco di Baviera davanti agli occhi di un 31enne ravennate. Da quasi sei mesi Riccardo Ravaglia, originario di San Severo di Cotignola, lavora per una controllata dell’Agenzia spaziale tedesca (Dlr): «Per semplificare diciamo che facciamo in modo che i satelliti siano operativi e in buona salute. Costruzione, lanci e vendita del servizio non ci riguardano. Nello specifico il mio compito è gestione e investigazione sulle anomalie». Se vi chiedete cosa ci sia scritto sul biglietto da visita è presto detto: space segment maintenance engineer.
Negli ultimi sei anni a mezzo – dopo la triennale in Ingegneria aerospaziale a Bologna e la magistrale in Ingegneria astronautica a Roma – Ravaglia ha lavorato in Lussemburgo per la Ses, una delle più importanti società europee di gestione di satelliti commerciali. Che nella quasi totalità dei casi vengono utilizzati per traffico televisivo. Avete sentito parlare di satelliti Astra? Ecco, erano il pane quotidiano dell’ingegnere lughese. «Mi trovavo bene ma avevo voglia di cambiare. Ho 31 anni, dovrò lavorare per almeno altri 35 e non volevo fare lo stesso lavoro. Nell’azienda in cui ero non c’erano altre possibilità e ho cominciato a guardarmi attorno». Con dei paletti ben precisi: trasloco in Olanda o in Germania. «Il luogo in cui vivo per me è molto importante».
Sul lavoro la lingua rimane l’inglese ma fuori dall’ufficio c’è da fare i conti con il tedesco: «Quindici anni fa in una estate mi ero messo sui libri per impararlo un po’ da solo ed è stato un piacere scoprire che riesco ancora a cavarmela a livello turista. Qualche giorno fa ho prenotato un appuntamento per tagliarmi i capelli al telefono. Ma a settembre farò un corso che mi offre l’azienda».
Per chi ha trent’anni nel 2019 che significato ha lo sbarco della Luna avvenuto vent’anni prima di nascere? «L’interesse per tutto quello che riguarda lo spazio ce l’ho da sempre. Ovvio che faccio un po’ di filtro: mi gusto l’articolo tecnico sulla rivista scientifica ma non leggo nemmeno una riga sull’ultima trovata di Elon Musk. Dell’allunaggio tutt’ora mi lascia stupito pensare a cosa sono stati capaci di fare a quel tempo. E mi fa sempre più tristezza vedere quella marea di commenti di chi sostiene che sia stata tutta una finzione».

CONSAR HOME BILLB MID1 02 – 08 12 19
COFARI HOME LEAD MID2 25 11 – 15 12 19
ASER LEAD MID2 02 – 31 12 2019
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19