Referendum: 293mila persone al voto in provincia. Doppia igienizzazione delle mani

Il 20 e 21 settembre si vota per confermare o respingere la riforma costituzionale che taglia il numero dei parlamentari. Ecco le regole sanitarie dettate dalla pandemia

31

Montecitorio, l’aula della Camera dei Deputati

Il 20 e 21 settembre 46,6 milioni di italiani, di cui circa 293mila residenti in provincia di Ravenna (poco meno di un terzo nel comune capoluogo), saranno chiamati a votare per il Referendum confermativo della riforma costituzionale che taglia il numero dei parlamentari (da 630 deputati a 400, da 315 senatori a 200 elettivi). Chi vota sì esprime la volontà di approvare la riforma e quindi la riduzione delle Camere, chi vota no invece si oppone e chiede che le cose rimangono invariate. Non è previsto il quorum: vince chi prende più voti.

Gli elettori possono votare dalle 7 alle 23 di domenica 20 e dalle 7 alle 15 di lunedì 21 (chi si troverà nel seggio alla scadenza dell’orario stabilito sarà ammesso a votare). All’elettore sarà consegnata una sola scheda (tranne a Faenza dove si vota anche per il sindaco): il voto si esprime tracciando, con la matita consegnata al seggio, un segno sul riquadro corrispondente alla risposta. Per essere ammessi al voto gli elettori dovranno esibire la tessera elettorale unitamente a un documento di identificazione munito di fotografia, anche se scaduto, purché possa assicurare la precisa identificazione del votante. In caso di esaurimento dei diciotto spazi destinati all’attestazione dell’avvenuta votazione, deterioramento, smarrimento o furto della tessera, il cittadino deve richiedere un duplicato all’ufficio elettorale o nelle ex circoscrizioni: il rilascio del duplicato della tessera avviene immediatamente (l’ufficio è aperto sabato 8.30-18, domenica 7-23, lunedì 7-15).

COOP SAN VITALE MRT TEODORIGO 26 10 – 08 11 20

Il taglio dei parlamentari è una battaglia storica del Movimento 5 Stelle, che di fatto è il vero fautore originario del referendum stesso. La legge di riforma della Costituzione ha già superato il doppio passaggio in entrambe le Camere (l’ultimo voto decisivo a ottobre 2019) ma si arriva al voto popolare perché, come previsto dall’articolo 138 della Carta stessa, la legge può essere sottoposta a referendum popolare qualora entro tre mesi dalla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. In questo caso un quinto dei senatori ha fatto richiesta.

La tornata elettorale ai tempi della pandemia si svolgerà con particolari misure di sicurezza sanitaria. Per accedere ai seggi è obbligatorio l’uso della mascherina e, al fine di evitare la formazione di assembramenti, devono essere previste aree di attesa all’esterno. Al momento dell’accesso nel seggio, l’elettore dovrà procedere alla igienizzazione delle mani con gel idroalcolico. Quindi l’elettore, dopo essersi avvicinato ai componenti del seggio per l’identificazione e prima di ricevere la scheda e la matita, provvederà ad igienizzarsi nuovamente le mani. Completate le operazioni di voto, è consigliata una ulteriore detersione delle mani prima di lasciare il seggio.

Nel corso delle operazioni di voto, occorre che siano anche previste periodiche operazioni di pulizia dei locali e disinfezione delle superfici di contatto, compresi tavoli, cabine elettorali e servizi igienici.

Nei seggi, compatibilmente con le caratteristiche strutturali degli edifici adibiti a seggi elettorali, si dovrebbero prevedere percorsi dedicati e distinti di ingresso e di uscita, chiaramente identificati con opportuna segnaletica.

I locali destinati al seggio devono prevedere un ambiente sufficientemente ampio per consentire il distanziamento non inferiore a un metro sia tra i componenti del seggio che tra questi ultimi e l’elettore. Si deve, però, anche garantire la distanza di due metri al momento dell’identificazione dell’elettore, quando a quest’ultimo sarà necessariamente chiesto di rimuovere la mascherina limitatamente al tempo occorrente per il suo riconoscimento.

REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB MID1 26 10 – 11 11 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20