Un ettaro di vivaio per piante grasse trasformato in discarica di rifiuti speciali

La guardia di finanza ha individuato l’area dall’alto con una ricognizione aerea e poi è intervenuta per il sequestro

IMG 9859Un’area di un ettaro di proprietà di una azienda agricola che produce piante grasse, da frutta e palme trasformata in una discarica a cielo aperto di rifiuti speciali e pericolosi. È quanto individuato a Faenza dalla sezione aerea della guardia di finanza di Rimini nel corso di controlli per la tutela dell’ambiente. L’area è stata sequestrata.

A seguito di una recente ricognizione aerea le Fiamme Gialle avevano individuato una estesa superficie con rifiuti di vario genere nonché decine di autovetture e mezzi agricoli in evidente stato di abbandono. I militari, in collaborazione con personale dell’Arpae di Faenza, considerato il pericolo che poteva scaturire per l’ambiente circostante e per la salute pubblica, sono intervenuti per rilevare la natura e la reale consistenza del deposito: le carcasse di veicoli non bonificati erano appoggiate direttamente sul suolo, senza alcuna precauzione contro le infiltrazioni.

CIICAI CONFERENZA – HOME MRT2 14 – 28 09 18

Il reparto operativo aeronavale della guardia di finanza di Rimini ha segnalato il responsabile dell’azienda agricola titolare del terreno per reati ambientali. Gli elementi raccolti nel corso dell’intervento saranno valutati anche in riferimento alla percezione di contributi nazionali ed europei di supporto alle attività agricole.

3B TECHNOLOGY – HOME LEAD MID2 18 – 25 09 18